Wednesday, April 18th, 2007...12:36 pm

acqua, altri benefici

Jump to Comments

Dr. Kensey, cardiologo e presidente della Technologies Visco
Quando riguarda il cuore, bere molta acqua effettivamente abbassa la pressione sanguigna, ammorbidisce e liquefa` le cellule del sangue, e aiuta le cellule a muoversi attraverso le arterie più facilmente “. Kensey Kenneth R., MD

American Journal of Epidemiology (1 ° maggio 2002). In questo studio, è emerso che bere cinque o più bicchieri di acqua al giorno, rispetto a 2 o meno, ha ridotto il rischio di attacco di cuore fatale del 50% circa (54 per cento per gli uomini e 41 per cento per le donne). I ricercatori ritengono che l’acqua aiuta a fluidificare il sangue, rendendo meno probabile i blocchi causati da coagulo.

Dr. Kensey,, ritiene che i danni alle arterie causati dalla viscosita` del sangue sia la causa principale del’ indurimento delle arterie. I medici riconoscono che il sangue viscoso non è salutare, ma l’idea che la viscosità del sangue potrebbe essere una causa importante di malattia delle arterie è apparentemente nuova. Kensey rende il caso convincente in base alla sua teoria.

Dr. Kensey ritiene che l’indurimento delle arterie è un problema meccanico. “Credo che l’aterosclerosi si verifica perché il cuore ha pompato sangue denso ad una pressione troppo alta per troppo tempo, ferendo fisicamente alcune regioni del sistema arterioso, rendendo le arterie dure e poco flessibile,” il Dott. Kensey scrive.

La causa principale di indurimento delle arterie ed eventuale bloccagio, secondo il dottor Kensey, è il modo in cui le arterie reagiscono al danno meccanico. Dice che le arterie si adattano in due modi, entrambi dannosi.

In primo luogo, le pareti delle arterie diventano più dure per evitare ulteriore danno. La flessibilità ridotta rende il lavoro più duro al cuore per spingere il sangue attraverso i vasi. Il risultato è più alta pressione sanguigna. Kensey dice, è un “ciclo vizioso senza fine.” Le arterie si irrigidiscono, la pressione sale, e il ciclo ricomincia.

In secondo luogo, il “flusso turbolento” del sangue comincia a “erodere” il rivestimento delle arterie. Per proteggersi, l’arteria costituisce un callo o placca. “Purtroppo, quando si forma una placca, ingrandisce la turbolenza del flusso di sangue, causando ancora più danni, in modo che la placca diventi più grande”, spiega Kensey. “Questo ciclo continua fino a quando finalmente la placca è così grande che arresta del tutto il flusso di sangue, provocando un attacco di cuore o un ictus.”
L’acqua protegge le arterie.
Dr. Kensey ritiene che molti, forse la maggior parte, degli adulti passa la vita in uno stato praticamente disidratato. Questo perché la nostra sensazione di sete non e` ottimo indicatore di allerta precoce. La sete, probabilmente non e` “in correlazione con la viscosità del sangue più di quanto con la disidratazione,” dice il Dott. Kensey. Al momento che ci sentiamo assetati, siamo già disidratati e il nostro sangue è già molto spesso. Si consiglia di bere 12 tazze o tre litri d’acqua ogni giorno, un di più per gli atleti o le persone che si esercitano. E ‘particolarmente importante bere acqua prima di coricarsi, perché, secondo il dottor Kensey, attacchi cardiaci si verificano spesso al mattino quando siamo disidratati e il nostro sangue è più spesso che durante il giorno. “Se si ha urina scura altamente concentrata quando ci si sveglia, è un segnale che il corpo è disidratato,” Kensey avverte.
Kensey prevede che ulteriori ricerche riveleranno che i fluidi giocano “un ruolo molto importante nella viscosità del sangue piu` di quanto possiamo ora realizare.” Inoltre, egli ritiene che bere abbastanza acqua aiuta ad abbassare la pressione sanguigna. È interessante notare cosa egli dice riguardo i diuretici (farmaci per fare urinare), che molti medici ordinano per abbassare la pressione sanguigna, effettivamente agravano il problema.”Molti studi hanno dimostrato che ictus sono spesso la sfortunata conseguenza di questo trattamento”, dice Kensey.
Quindi, usare il buon senso. Bere molta acqua, ma non esagerare.Secondo la Reuters, i militari definiscono ora il limite superiore a 1 a 1 – ½ quarto di gallone britannico per ora o 12 quarti di gallone britannico al giorno. Si consiglia di non bere più di tanto.Significativamente, il punto limite o situazioni di pericolo stabiliti dai militari è di quattro volte la quantità consigliata dal Dott. Kensey. Le 12 tazze o tre quarti di gallone britannico che Dr. Kensey raccomanda non potranno provocare Danni a nessuno.

5 Comments

Leave a Reply