Friday, July 6th, 2007...4:13 pm

Tonello & Pasquino

Jump to Comments

,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,

,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,
Appena l’arbitro fischia la fine del primo tempo
tutti i giocatori della Fiolante vanno verso lo
spogliatoio prendendo la via piu` breve possibile
e quasi a testa bassa. E` come se ci fosse un premio
per il primo rientrato. Pero` nessuno di loro ha
la faccia di chi deve ricevere un premio.
Per essere piu` precisi, il primo e` gia rientrato nello
spogliatoio alcuni minuti fa`, perche` l’arbitro lo
ha espulso per doppio giallo.
Contrariamente alle altre volte, ora c’e` un gran
silenzio. E` il Mister che comincia a dire qualcosa:
//Ragazzi, io non me la sento di sgridare a nessuno,
neanche chi poteva fare piu` attenzione a non farsi
espellere. Tutti stati dando il massimo; anzi, noi
stiamo giocando meglio di loro; ma questa palla
pare proprio stregata. Loro hanno fatto tre tiri in
porta ed hanno segnato due goals, noi, con almeno
dieci buoni tiri, niente… Non possiamo nemmeno
consolarci dicendo che una giornata nera puo’
capitare, perche` a noi ce ne stanno capitando
tante e di seguito. E` inutile raggirare; ragazzi
io so` che oggi voi daresti l’anima per salvare
la mia panchina. Il presidente l’ha detto chiaro:
questa e` l’ultima chance; Lui vuole questa coppa
o la mia testa. Vuol dire che era gia` destinato,
perche`, per rimontare due goals e con un uomo in
meno ci vorrebbe solamente un miracolo… Se c’e`
qualcuno che puo’ fare un miracolo alzi la mano!//
E dicendo cio`, il Mister sforza un mezzo sorriso
per allegerire questo clima troppo pesante.

,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,

Nell’angolo infondo, Alvo alza la mano. Mentre
tutti si mettono a ridere rumorosamente.
// Grazie Alvo per aver sviato la nostra attenzione…
Dal resto: quel che sara`, Sara`!…// Dice il Mister
col tono di chi e` gia rassegnato.
//Puoi abbassare la mano, Alvo, grazie!//

Insistendo il suo braccio in alto, Alvo dice:
//Io credevo che?!…// Ma prima che potesse
terminare la frase, il Mister aggiunge:
//Io ho detto che ci voleva un miracolo!… Alvo!//

//Allora ho capito bene!// Risponde Alvo. Poco
intimorito dalle risate suonanti.

//Non sapevo che tu potessi fare dei miracoli, Alvo?//

Invece di arrossire, Alvo incalza sicuro di se`: // un
miracolo no! Ma vincere la partita?!… //

Le risate continuano, ma molto meno convinte.
Nessuno sapeva questo lato deciso del timido Alvo.
Chi e` Alvo?… E` una lunghissima storia: Lui era
un promettente ragazzo del vivaio della Fiolante,
ma ha dovuto smettere di giocare a causa di un
incidente avvenuto fuori dal Club. Non ha mai
smesso, pero`, di seguire la squadra, non solo in
casa, ma in tutte le trasferte. Spesso fa il raccatta
palle, segue la squadra nello spogliatoio e tutti gli
sono amici. E` sorprendente il suo passo in avanti
di oggi, perche` di solito sa rendersi invisibile,
anche se e` sempre fisicamente presente.

,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,

La persistenza di Alvo fa cessare le risate, ma fa
accrescere lo stupore.
L’allenatore, piu` stupito di tutti domanda: // Tu
sai come si puo’ vincere questa partita?…//

Alvo non dice: “credo di si!” ma con sicurezza
dice: “ Si !!! “

Il Mister, quasi sfidandolo: // La conosci la squadra
che stiamo giocando?… Sai che siamo sotto di due
goals e un uomo in meno? Chi puo’ fare due goals?//

Alvo, tende l’indice molto precisamente verso
Mantusso. Vivacemente Mantusso reagisce:
// Lo sapevo che sei fuori di senno! Quand’e` che hai
visto me fare dei goals?… Io oggi sto’ dando
tutto… piu` di cosi` non posso. E` facile per chi
sta fuori dal campo!//

//Precisamente! Chi e` fuori dal campo vede
meglio cosa succede dentro il campo.// Ribadisce
Alvo.

L’allenatore affretta: //Ragazzi, andiamo al sodo.
Non abbiamo tanto tempo, ma voglio capire meglio:
Allora!… Puoi dirci in fretta come fa Mantussu a
segnare due goals? //

Alvo decisamente prende il filo: // Mantusso deve
solo dirci come fa, quando e` di spalle, a passare la
palla esattamente dov’e` il suo compagno, senza
mai sbagliare.//

,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,

Mantusso meravigliato: // Non sbaglio mai??…
Non lo sapevo! //

// Non sbagli mai! // afferma Alvo e gli altri
confermano con cenno del capo.
// Devi solo dire: com’e` che lo fai con precisione //

//Proprio non so`!… Sara` l’istinto?!…//

Alvo insiste: // Tu lo sai, Mantusso! Dillo, che il
tempo stringe. // Nessuno interviene per non perdere
del tempo, ma tutti incitano Mantusso a rispondere.

// VA BENE!… VA BENE! // Riprende Mantusso:
// Quand’ero ragazzino giocavo nella squadra della
scuola. A centro campo, come ora. C’erano due
compagni, uno all’ala destra e l’altro alla sinistra,
quando gli passavo la palla; anche di spalle, senza
vederli, indovinavo sempre la loro posizione; anzi,
mi veniva meglio quando erano fuori del mio campo
visivo, che quando li vedevo. Questo trucchetto lo
continuo anche ora: Io immagino che al posto delle
punte sono loro due, cosi` il passaggio viene meglio
se non guardo. Devo aggiungere che di goals ne ho
fatti pochi nella mia vita, percio`, non vedo come
potrei fare una doppietta in quarantacinque minuti?!//

// FACILMENTE!!!// Grida Alvo ed ora gli altri
sono con lui, ma la curiosita` e` crescente.

Alvo rivolgendosi all’allenatore: // Mister, veramente
posso parlare?// Il Mister fa cenno di si` e lui va:
//Mantusso, tu normalmente deve fornire i polloni
alle punte, quel che non farai per tutto il secondo
tempo di questa partita. Ma… Ma, ora devi dirci i
nomi dei tuoi due compagni che passavi la palla
quando da ragazzzino giocavate a scuola.//

,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,

// Non ricordo!… Chiamali A e B // dice secco
Mantusso.

// A e B non funziona, per favore ricordati!//

Mantusso seccato dice: // Ecco, si chiamano:
Tonello e Pasquino!… Ridete se volete!…//
Nessuno ride per i due nomi un po` strani, ma
tutti affrettano Alvo a parlare. // Mantusso!
ricorda bene, perche` questo e` il punto: Tu devi
immaginare che Tonello e Pasquino si trovino
all’interno della porta avversaria… Convinciti!!!
Tonello si trova dentro la porta nell’angolo destro.
Pasquino si trava dentro la porta nell’angolo
sinistro. Tu riceverai la palla di spalle alla porta
e di spalle resterai; alla cieca passerai la palla a
Tonello o a Pasquino deciderai sul momento.//

// Onestamente, io non sono bravo a centrare
la porta,// Dice Mantusso molto scoraggiato.

Quasi grida, il nuovo Alvo che nessuno conosceva:
//NO!!! tu non deve pensare alla porta; pensa
a passare la palla a Tonello o a Pasquino, e basta!//

Tutti che prima erano curiosi, ora sono stupiti e
confusi. Ci vorrebbe del tempo per pensare questo
schema, ma si deve rientrare in campo. Uno fra loro,
in fretta dice: // Allora facciamogli fare tre goals
cosi` vinciamo!//

Sempre in fretta Alvo insiste: // Non si possono
fare tre goals, perche`, per il primo penseranno che
sia stato un incidente, dopo il secondo capiranno
che sia strategia e non gli faranno piu` toccare una
palla. La partita la vincerete ai rigori, perche` tutte
le possibilita` sono a vostro favore quando si va
ai rigori. In cinque minuti vi spiego perche`!// Dice
Alvo che sa bene di non disporre di tanto tempo.

,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,

// Lo spiegherai dopo!… Non c’e` piu` tempo!
Andiamo in campo!// Affretta il Mister.

In effetti sono gia` in ritardo e vanno diretti
alle loro postazioni. Mantusso, fra se` scuote
la testa e quasi sorridi, e cosi` fanno gli altri.
Fatto sta che gli avversari che si aspettavano
una squadra moralmente distrutta, si trovano
davanti a dei giocatori pimpanti e sicuri.
In panchina sono tutti attentissimi alla partita
che si svolge benissimo. I Fiolantini hanno un
uomo in meno, ma hanno una marcia in piu`.
Dopo nemmeno cinque minuti di scorrevole
gioco, Mantusso, spale alla porta, in mezzo a
due avversari trova lo spazzio per un bellimo
tiro che manda il pallone nell’angolo interno
alla sinistra della porta. E` uno dei migliori
goals. Il pubblico va in delirio, applaudono
anche molti avversari. Quelli della panchina
cercano di abbracciare Alvo, ma lui stesso ed
il Mister invitano tutti alla calma e fanno cenni
di calma anche per i giocatori in campo che
appaiono molto sbalorditi.
Appena in tempo di tornare quasi sereni ed
ecco che Mantusso scaglia un preciso tiro
sull’angolo destro della porta avversaria. Il
delirio e` totale fra tutti i tifosi della Fiolante,
mentre i tifosi dell’altra squadra che al primo
goal aveano anche applaudito, ora stanno zitti
ed immobili. Alvo ed il Mister chiamano tutti
alla calma.

,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,

Dopo il secondo goal, la partita e`
completamente cambiata. Tutti son diventati
guardinghi, Mantusso non ha potuto toccare
una palla, e come avevano previsto si arriva
ai rigori. Contrariamente agli avversari che
appaiono nervosi, i Fiolantini sono calmi e
sicuri; Infatti, ai rigori vincono con moltissima
facilita`. Dopo aver schiamazzato tanto per la
vittoria, sono tutti stanchi sull’autobus che li
porta al Club, quando qualcuno si ricorda:
// Allora!… Allora! Ci devi spigare perche` noi
eravamo superiore al tiro dei rigori?…//
Infatti tutti vogliono sapere il perche` della loro
superiorita` ai rigori.

Alvo serenamente spiega: // Per tirare dei buoni
rigori, ci vuole: Calma, convinzione e sicurezza,
che voi avevate e loro no.//

//Chi ce la dava tanta sicurezza?// Dice uno di loro.

Ora e` Mantusso che interviene: // Ce l’ha data Alvo,
quando ha assicurato che ai rigori eravamo superiori
noi, pero` ha bleffato, perche` sapeva bene che non
avevamo il tempo per sentire la sua spiegazione che
pero` lui non aveva.//

Alvo ci tiene a dire una cosa: // E` stata una bella
avventura, ma queste cose non si possono ripetere.
Ora siamo sicuri che il Mister restera`, e voi sieti
tutti piu` bravi dopo la bella esperienza di oggi.
Io sono covinto che d’ora in poi tutto andra` bene
nel Club della Fiolante.

,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,

Il Mister che stava per dire qualcosa deve invece
rispondere ad una chiamata al telefonino. Dopo un
po’ chiama l’attenzione del gruppo, non sapendo
nascondere una grande gioia che gli irradia il viso:
//Ragazzi, ci sta aspettando il Presidente che ha un
annuncio da fare!//
Appena arrivati, il Presidente li raggiungi:
//BRAVI! BRAVI!! BRAVI!!! TUTTI!!!
Non voglio prendere molto del vostro tempo
felice, ma devo farvi un breve annuncio:
La direzione ha deciso l’assunzione di un nuovo
aggiunto assistente allenatore nella persona di:
Alvo Navano per assister il Mister nel reparto
psicologico e fantasioso. L’assunzione ha effetto
immediato; domani firmeremo le sue richieste
gia` approvate.//
Il Presidente poi abbraccia Alvo che ha gli occhi
Lucidi. E gli altri abbracciano Alvo, e tutti hanno
gli occhi lucidi con lacrime di gioia.

Racconti brevi: (S P)

Leave a Reply